Reading Time: 3 minutes

Eccoci al secondo appuntamento con “Loft in the weekend”, la rubrica che celebra il mio amore sconfinato per i loft. Oggi vi porto in Olanda, nel centro di Amsterdam, in quello che un tempo era un piccolo appartamento di edilizia popolare e che ora è un loft urbano semplicemente sorprendente.

Io, in perenne lotta col disordine, mi sono innamorata subito del suo essere iper funzionale senza rinunciare al minimalismo, ma sono sicura che questo progetto firmato dallo studio di architettura olandese Bureau Fraai troverà consensi anche tra gli amanti delle soluzioni più classiche e “calde”.

Siete pronti a dare una sbirciatina insieme?

Il cuore dell’appartamento, nel quale sono stati eliminati tutti i muri, è un volume in legno multifunzione, realizzato in compensato di betulla. Per sfruttare appieno lo spazio di soli 56 m², inoltre, gli architetti hanno inserito ampi pensili lungo tutta la lunghezza dell’appartamento.  All’interno del volume, alcune aperture hanno permesso di realizzare un divertente gioco di visuali (riuscite a intravedere il proprietario in piedi in bagno, “dietro” alla libreria?), mentre il pavimento azzurro è stato mantenuto in tutta la casa per donare continuità allo spazio e farlo sembrare più ampio.

Ma cosa c’è esattamente all’interno di questo “box” in legno? Un sacco di cose: un bagno, una toilette, un ripostiglio e perfino un letto!
Lo spazio intorno al volume, ovvero l’unica stanza di cui si compone l’appartamento, invece, può essere utilizzato liberamente.
Cenare, lavorare, meditare,… C’è solo l’imbarazzo della scelta!
Il proprietario, che sfrutta questo loft durante la settimana lavorativa, può decidere di volta in volta come organizzare lo spazio rimanente, perché la creazione di questa scatola multi-funzione ha permesso di moltiplicare le superfici utilizzabili.

Siete già senza parole? Pensate che non è finita qui: l’altezza del volume in legno, infatti, ha consentito di inserire al suo interno anche elettrodomestici, nicchie e perfino un ampio armadio, completo di appendiabiti e scaffali. Come ci si accede? Ovviamente in modo originale: attraverso una botola sotto al tavolo da pranzo!
Si può non rimanerne incanatati?

Fonte immagini: ArchDaily

Psss: potrebbe interessarti anche 30 m² di stile a Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.