Reading Time: 2 minutes

Ricordate il proverbio “La vita è fatta a scale, c’è chi scende, c’è chi sale”?
Ultimamente mi capita di pensarci spesso perché, complici un po’ di stanchezza in più, una simil-influenza e qualche pensiero di troppo nella testa, mi sento in una fase decisamente discendente.
Allora, anziché tirare fuori il mio lato pessimista, ho seguito il consiglio di un’amica saggia, che mi ha suggerito di praticare la gratitudine scrivendo una lista delle cose che amo fare e per cui sono grata ogni giorno. Ne ho scelte 10, ma potrebbero essere molte di più:

  1. I profili dei tetti che svettano nel cielo limpido.
    Ne sono tanto ossessionata da averci riempito il mio account Instagram (a proposito: mi trovate qui: yeswhere_). Mi basta uno sguardo alle vecchie foto in questo marzo uggioso per sentirmi subito meglio.
  2. Il piumone di nonna.
    Il must have meno trendy di sempre. Temperatura percepita lì sotto? 35°. Semplicemente irrinunciabile.
  3. Il budino alla gianduia.
    Io lo mangio ancora caldo, senza neanche aspettare che si addensi, e ci butto dentro 3 manciate abbondanti di cereali glassati. Sì, insomma, non esattamente uno spuntino sano, ma la botta di buonumore è assicurata!
  4. Una conversazione sincera.
    Poche cose risollevano il mio umore quanto una conversazione sincera, perché se è vero che non sempre si può cambiare ciò che ci fa star male, è altrettanto vero che parlarne aiuta a metabolizzarlo e a sentirci subito meno soli.
  5. Praticare yoga.
    Ahimè, devo fare un mea culpa, perché sono settimane ormai che manco all’appuntamento col tappetino, ma mi sono ripromessa di tornare prestissimo ai tanti odiati-amati saluti al Sole, vera gioia per corpo e mente.
  6. Liberare la creatività.
    Se c’è un aspetto che amo del mio lavoro di copywriter, è sicuramente la possibilità di sfogare tutta la mia creatività, pensando ogni giorno a idee nuove e originali. Un esercizio infinitamente liberatorio, che si rivela utilissimo anche nella vita privata, quando c’è bisogno di guardare alle cose da un’altra prospettiva.
  7. Un bagno bollente.
    Che sia estate o inverno, poco importa: la vasca da bagno è il mio habitat naturale. Mi bastano acqua bollente, tanta schiuma e possibilmente una tisana allo zenzero da sorseggiare tra un “ciaff ciaff” e l’altro, per dimenticarmi del mondo esterno.
  8. Una passeggiata al sole.
    Non credo servano molte spiegazioni: camminare sotto il sole, magari quello tiepido primaverile che ci coglie ancora impreparati dentro ai nostri cappotti, resta una delle esperienze più felici che si possano fare.
  9. Tornare a casa.
    Non abito che a pochi chilometri di distanza, eppure quando torno nella casa dove sono cresciuta, prendo il cappuccino nel piccolo bar del parco e mi godo le coccole di mamma e papà, non c’è tristezza che tenga.
  10. Praticare la gratitudine.
    Strano che nella lista delle 10 cose per cui dire “grazie” ci sia anche praticare la gratitudine? Non molto. In fondo, scrivendo questa lista mi sento già molto meglio.

E voi? Mettete mai nero su bianco ciò che vi rende felici e vi aiuta a superare i momenti no della vita? Fatemelo sapere in un commento!

Psss: potrebbe interessarti anche Quando l’amore finisce: 6 passi per andare avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.